La vie en rose.

È Primavera! Ecco quindi due proposte di stagione, a bassissimo costo.

Da Vita’s Boudoir il regalo per il gruppo, ispirato alla primavera: un abito romantico con un grande fiocco rosa in vita, nel consueto stile floreale della talentuosa stilista  Vitabela Dubrovna.

Boudoir2016

E per festeggiare la Pasqua vestite da conigliette (chi non lo vorrebbe?), il classico costumino rosa comprensivo di orecchie e applicatori per i più diffusi corpi mesh. Il tutto alla modica cifra di 1 L$.

pasqua-02

Nero e Bianco.

Combattendo la naturale indole (pigra), le circostanze della realtà e non ultima la primavera precoce, torno, almeno per oggi, alla sana attività di segnalatrice di moda per cartoni animati.

Ieri sera, grazie (si fa per dire) a un sabato sera senza serie tv da guardare e senza compagnia (potrei staccare la tastiera quando entro in Second Life, per quello che mi serve), sono tornata nella città di Blade Runner, che ha visto il mio esordio come rozza creatrice di video nel lontano 2011. Non metto il link; quel filmino era volenteroso ma tecnicamente insoddisfacente.

ABITO frange nere

Il primo abito l’ho trovato al Cosmopolitan Events & Shopping Town del mese di marzo, e si tratta di un completino decisamente estivo (o anche invernale, dati i catastrofici cambiamenti climatici di questo secolo) in pieno stile Second Life: schiena nuda, microgonna e top-reggiseno rivestito da una cascata di frange che son sempre simpatiche nel loro vedo-non vedo.

Abito bianco

Il secondo abito, omaggio per il mese di marzo di Meli Imako è un versatile abito in tessuto lavorato bianco, con maniche staccate e mantello che lascia intravedere le spalle. Di sapore fantascientifico è adatto ad escursioni su altri pianeti, ma può essere scelto anche da Elfe e Madri di Draghi.

La testa è Melissa di Genesis Lab (carina, vero?).

Caccia grossa

L’unica caccia che ammetto è quella al tesoro, e in Second Life, si sa, i tesori nascosti ci sono. Siccome quelli di natura umana sono i più rari e difficili da scovare anche usando l’Area Search, ho sempre preferito dedicarmi alle scatolette di varia foggia e misura, che contengono doni più o meno graziosi e graditi.

È iniziata il 1° dicembre la caccia “Peace on Earth 8” che ci permette, saltellando di negozio in negozio, di ottenere una settantina di regali. Io sono a poco meno della metà dell’opera, e ho scartato diversa roba. Sono diventata molto selettiva, non perché sia di gusti difficili, ma perché ho fatto il fioretto a me stessa che sarei rimasta con un inventario al di sotto dei 50000 (cinquantamila) oggetti.

Nelle foto, alcuni abiti che ho già trovato. Il mio preferito, per ora, è quello nero con le lucine colorate. Cliccando sulle anteprime si vedono meglio.

C’è tempo fino al 9 gennaio (il mio compleanno, quello vero!) per trovare tutti i globi, simbolo di pace, che contengono i regali.

Dato il tema, aspettatevi di ricevere abiti da angelo in tutte le variazioni sul tema. In attesa possibilmente di una futura caccia a tema infernale, per pareggiare il conto.

Angie-Megan.

Una nuova testa mesh si è installata sul mio collo immaginario. Si tratta di Angie di Genesis Lab, vagamente somigliante ad Angelina Jolie. Come di consueto Genesis  dispensa teste e makeup a kustom9 nell’angolo della lotteria (gatcha).

Il caso ha voluto che stavolta non abbia dovuto spendere una fortuna: al primo colpo ho ottenuto la versione “espressiva”, e tanto sono grata alla sorte che ho deciso che, almeno per un po’, questa sarà la mia faccia.

01Nonostante le labbra, per me esagerate, questa testa è una delle mie preferite per il mento e le mandibole, meno sfuggenti del solito.

Inoltre la possibilità di cambiare l’espressione mi permette di usare i miei amati denti con il diastema, che uso per rendere meno perfetta la faccia del mio avatar.

A differenza mia, l’avatar non ha portato l’apparecchio da bambina. Però i dentoni sono in comune.

E poi c’è il fattore Mad Men.

02Sono una grossa appassionata di serie tv, e  questa testa mi ricorda Jessica Parè ossia la meravigliosa Megan Draper.

Mad-Med-Megan-Draper-S07-cutSe facessero Don Draper mi comprerei anche quello.

Un tranquillo cardigan grigio.

Oggi, tanto per cambiare,voglio presentare una mise che potrei portare nella vita di tutti i giorni e che, quindi, esce molto dallo stile showgirl che si vede spesso in Second Life. Uso questo termine per non rischiare pericolosi moralismi, ma ci siamo capiti, spesso sembra di stare in un postribolo, mondieu.

Il mio avatar invece, stavolta, sguazza nella morigeratezza, nonostante la fettina di pancia scoperta. Indossa un recente acquisto a FaMESHed: il cardigan grigio con frange di lana di Rebel Hope Designs, che viene fornito con sottogiacca.

03

Lungo cardigan senza bottoni, con frange. (Quasi quasi me lo faccio. Sono brava coi ferri).

Volendo c’è anche la gonna coordinata (microgonna, ovviamente), io invece ho preferito un paio di jeans neri, così sembro proprio io. A parte la taglia e la faccia. E i capelli. Gli occhiali sono verosimili invece.

Che consolazione.

Hairology

È aperto al pubblico Hairology di novembre.

Dopo un rapido giro ho deciso di prendere tre demo, uno decisamente vintage e due più moderni anche se diversi nella lunghezza e nello stile. In comune hanno tutti un certo sapore di passato. Non voglio dire con questo che non ci sia nulla di nuovo e originale, ma che forse sono io che comincio ad avere troppi ricordi.

  • Prima scelta, l’acconciatura stile pin up di Vanity Hair, che potrei collocare insieme alla mia collezione di cofane.

    Modello Von Von di Vanity Hair. Pacchetti da 300 o 500 L$.

    Modello Von Von di Vanity Hair. Pacchetti da 300 o 500 L$.

  • Il secondo è un taglio corto e sfilato, una versione più moderna e spettinata del classico caschetto anni ’20.

    corto

    Lot. F72 Cheveux. Pacchi da 4 colori: 250 L$.

  • Infine mi sono lasciata guidare da personali ricordi lontani, di treccine anni ’80 che ho portato molto anche io. Un omaggio a Bo Derek, forse.

    Modello Miranda di Emotions. Confezioni da 245 L$.

    Modello Miranda di Emotions. Confezioni da 245 L$.

Fino alla fine del mese, Hairology: http://maps.secondlife.com/secondlife/Waterton%20Way/47/178/2795.

Gothippy

Chi l’ha detto che il colore del gotico sia solo il nero? Per evitare l’ovvio e l’arancione delle zucche, ho scelto la mise della settimana di Halloween onorando il colore dell’anno, il Marsala.

PrimoPiano

L’insieme potrebbe essere definito Gothippy©, grazie all’acconciatura con nastrino sulla fronte (Roseblood Little Bones) e al gioco di lunghezze che ricorda gli anni ’70 (Occult dress plum ISON).

back

Non può mancare, proprio in questo periodo, una visita a GRIM, bizzarro paese delle meraviglie e magazzino dell’inaspettato.

grim01

Dal genio visionario (era una vita che aspettavo di poterlo scrivere) di Cutea Benelli, a Grim troviamo una delle più originali e fantasiose collezione di Second Life; vi accoglieranno i mostri, le invenzioni, gli abiti scultura e le scarpe animate. Bizzarrie macabre e umoristiche che hanno un solo difetto: non tutte sono indossabili dai moderni avatar mesh, perché mantengono ancora alcune parti col vecchio sistema a layer.

grimEye

Ma per il gusto di indossare qualcosa fuori dal comune, vale la pena di rinunciare a qualche modernità.